Ciclo-scalata al Monte Sabotino al chiaro di luna,  Venerdì 9 giugno 2017

Ritrovo: Gorizia, parcheggio del parco di Piuma in via del Torrione

Iscrizioni: ore 18:30, Partenza: ore 19:00

Descrizione

Ci ritroveremo nel parcheggio del parco di Piuma in via del Torrione a Gorizia.

Inizieremo subito a salire. Passeremo sotto l’Ossario di Oslavia che custodisce le spoglie di 57.741 soldati morti nelle battaglie di Gorizia durante il primo conflitto mondiale.

Continueremo quindi a salire lungo le colline del Collio ricoperte dai filari di vite che producono le uve che hanno reso famosi in tutto il mondo i vini di questo splendido territorio.

Sotto il colle di San Floriano sconfineremo in Slovenia.

Un breve tratto di discesa per riprendere fiato e quindi riprenderemo a salire. Supereremo il borgo di Hum e giungeremo a Kojsko. Sopra il paese si erge maestosa la chiesa di Sv. Križ na Taboru (Santa Croce). Il campanile della chiesa gotica con le sue merlature lo fanno sembrare più simile a una fortezza.

Al bivio di Gonjače, località sul cui colle Mejnik si erge la torre panoramica alta 23 metri e con 144 gradini da cui si gode una meravigliosa vista a 360 gradi di tutta la Brda, svolteremo a destra e dopo circa 1 km imboccheremo sulla destra la lunga dorsale che ci porterà fino alla ex caserma jugoslava oggi adibita durante i weekend a rifugio, posto di ristoro e piccolo museo.

Sul retro del rifugio visiteremo l’articolato sistema di gallerie su più piani utilizzate durante la prima guerra mondiale sia dagli austro-ungarici che dagli italiani.

Tavoli e panche di fronte al rifugio saranno perfetti per la cena al sacco durante la quale ci godremo uno spettacolare tramonto.

Scesa l’oscurità, armati di torce o luci frontali saliremo a piedi sulla vetta del Sabotino da cui si gode una vista da cartolina del santuario di Monte Santo (Sveta Gora) e della conca di Gorizia.

La vertiginosa discesa verso San Mauro ci riporterà al parcheggio di partenza in circa 30’.

Per ulteriori informazioni si può scrivere a gorizianinbici@gmail.com o consultare il depliant cliccando qui